[Vi insegno le donne] Trombamici: ecco perché non funziona mai

marzo 16, 2012 @ Giovanna Gallo9 Comments

Trombamici: ecco perché non potrà mai funzionare. La colpa è delle donne che cedono ai sentimenti? Scopritelo in questo articolo!

Hanno molti nomi. Casti e inequivocabili amici di letto, cinici trombamici, carnali amici di coscia, internazionali friends with benefits. Di solito, nella vita normale, nessuna donna dichiara di averne uno, a meno di non aver bevuto molti Cosmopolitan; per gli uomini è diverso, ma in ogni caso l’appellativo amici di letto sarà sempre appioppato da terzi e mai dai protagonisti. Fateci caso: quando due fanno sesso senza sbattimenti, di solito presentano la situazione in modo generico: “E’ una che vedo ogni tanto” oppure “E’ un amico” o ancora “Usciamo“, come se ammettere di volersi divertire sia troppo. Ma c’è sempre l’amica furbetta o l’amico invidioso che appiccicano l’etichetta. Perché comunque l’amico di coscia una cosa fa: ti rende felice (ogni tanto) e non rompe i maroni (in teoria).

Al cinema i “friends with benefits” sbancano e il film con Justin Timberlake e Mila Kunis arrivato nelle sale un po’ di tempo fa nè è la dimostrazione. Trama in breve: due amici decidono a tavolino di fare sesso e basta, tanto sono schifosamente fighi e attratti l’uno dall’altro e sempre depilati e perfetti e morbidosi la mattina e vogliosi e senza problemi e comunque “no, non ci saranno complicazioni, tu non mi piaci in quel senso, si fa sesso e basta” e dopo un nanosecondo eccoli lì che si scambiano le promesse matrimoniali in un gazebo a Portland. Scene ricorrenti nelle commedie romantiche che abbiamo visto molte volte (e raccontato qui) e che ci piacciono perché siamo donne e la redenzione di due esseri umani cinici fa sempre scappare la lacrimuccia (e questi sono i motivi).

Ma gli amici di letto, film e serie tv a parte, esistono davvero e se ci sono quanto durano in realtà? Sotto una certa soglia temporale si è ancora amici di letto o si diventa qualcos’altro? E soprattutto, chi è che cede per prima?

La letteratura rosa vuole noi donne avide di sentimento, ladre dell’emozione, ricercatrici instancabili di attenzioni. In pratica: l’uomo c’ha sempre voglia e continuerebbe così per sempre, la donna a un certo punto si innamora.

Non ci vuole Sveva Casati Modignani ad affermare che sì, siamo l’anello debole della catena e che solo nei film gli uomini cedono come pere cotte e cominciano a dire cose senza senso, organizzano flash mob per farti  la proposta, ti presentano ai genitori che “oddio, lui non ha mai portato nessuno a casa, tu devi essere speciale“.

Questo nella vita reale non succede: due trombamici rimangono trombamici finché lei non comincia a frignare che vuole uscire e conoscere gli amici e portare a spasso il cane insieme e partecipare alla cena di lavoro con lui in veste di fidanzata ufficiale. Lui non frigna mai.

Siamo l’anello debole della catena. La corda che sta per spezzarsi. Il ponte sul precipizio che perde i pezzi. Nei film con le gnocche spaziali di Hollywood, che di solito e per inciso, possono avere chili di amici di letto, ma anche di fidanzati forever&ever e spasimanti/adoranti, di solito il piglio anticonformista funziona, ma mai fino al The end. Noi real woman dobbiamo accontentarci di una sera di convizione ferrea e di “Ce la faccio” con conseguente mese di cervellotici ripensamenti, sensi di colpa, voli mentali e sogni e occhi aperti.

Se sei un’amica di letto, non diventi quasi mai una fidanzata. Se sei un amico di letto, di solito lo rimani finché l’amica di letto non si mette in testa di trasformarti in un una “storia seria“.

Le cose vanno così, signore.

Ma una soluzione c’è, e non è convincersi che siamo forti ed evolute, perchè tanto non funziona.

Avete presente quando ci scappa la pipì e cerchiamo di tenerla fino a scoppiare, ma poi a un certo punto dobbiamo fermarci in Autogrill o in un bar o tra i campi per farla perché non riusciamo più a tenerla? Anche i sentimenti sono così, alla fine scappano.

Teniamoceli ’sti sentimenti, dico io, anche se poi finisce male. Magari poi è davvero come nei film, si innamora lui. In men che non si dica vi troverete sotto un gazebo a Portland (o più comodamente nella chiesa del paese in cui siete nate) a scambiarvi promesse eterne.

Oppure no, che nessuna di noi è Mila Kunis.

E meno male, inguardabile com’è, la maledetta…

Potrebbe interessarti anche..

9 Comments → “[Vi insegno le donne] Trombamici: ecco perché non funziona mai”


  1. Michela

    2 years ago

    Eccomi!
    Io l’ho avuto il trombamico ed è stata una storia lunghissima, con poche sofferenze e che ricordo con gioia e tenerezza.
    Eravamo due universitari terroni a Milano, eravamo soli e per quasi 4 anni siamo stati solo amici, fraterni e inseparabili, un surrogato di famiglia.
    Poi è arrivato il sesso quasi come evoluzione naturale. Siamo stati amici di letto per altri 3 anni, tra alti e bassi, con intermezzi di fidanzamenti fallimentari, soprattutto miei. Uscivamo con gli amici di entrambi, tutti sapevano e a noi non fregava niente.
    Ma non potevamo essere una coppia vera, con un progetto. Troppo diversi. Sebbene ci siano stati lunghi periodi in cui mi domandavo se un rapporto così fosse il massimo a cui poter ambire.
    E poi un giorno è arrivato lui, l’uomo della mia vita, il colpo di fulmine. Ho cambiato città e l’ho sposato nel giro di una anno.
    Il mio vecchio amico lo sento raramente, sta bene e anche lui ha finalmente trovato l’amore.
    Perché cercare un lieto fine se se ne posso avere 2 più una bella storia da raccontare?


  2. Giovanna Gallo

    2 years ago

    @michela: mi piace, mi piace mi piace la tua storia! Però ammettilo, a te è andata bene. Eravate entrambi abbastanza lucidi da capire che non eravate fatti l’uno per l’altro, e questo non accade sempre. Non dico che necessariamente uno dei due si innamori, però è più probabile che succeda piuttosto che no: il sesso avvicina!

    Grazie per la tua testimonianza, mi piace il tuo happy ending!

    GIo


  3. Michela

    2 years ago

    Ma certo, la mia è una storia particolare e comunque parliamo di storie che hanno miriadi di sfumature.
    Magari se avessi letto questo post 5 anni fa mi sarei sentita una gran sfigata e basta.
    Ma in qualche modo volevo dire alle tromabamiche sofferenti all’ascolto che non sempre le cose finiscono male o finiscono con quello lì. Magari ce n’è un’altro dietro l’angolo!


  4. VITO

    1 year ago

    Per me sono tutte baggianate. Ho 35 anni ho pochi amici e poche ragazze conoscenti, che non definirei nemmeno vere e proprie amiche. Vedo le donne come una cosa troppo lontana e seriosa per pensare che ne esistano alcune capaci di accoppiarsi come ricci con il primo che passa solo per il gusto di farlo. Vorrei tanto una trombamica; grassa, magra, alta bassa non importa, purchè vorace di sesso non stop.
    Ma qui a Torino sono tutte molto snob e guardano solo quelli con il portafogli gonfio.
    Quindi se c’è qualche volontaria io sono a totale e completa disposizione, anche se ci credo poco. W l’amicizia di scopa!!! W le donne!


  5. Nick Noss

    1 year ago

    Il trombamici funziona benissimo!!! Il sesso senza amore è una forma di civiltà evoluta, infatti questa pratica nasce negli Stati Uniti, perchè due persone possono dare sfogo alle loro voglie più nascoste senza nessuna vergogna!!!


  6. Anonimo

    1 year ago

    Il trombamico funziona, come dice bene Giovanna, fin quando noi donne non ci leghiamo ad un ragazzo. Metti che troviamo un trombamico prestante e che poi scopriamo anche essere intelligente, simpatico e magari un pò romantico… Il passo è breve… La verità è che non legarsi sentimentalmente è difficile, comunque ci sono donne che amano a tal punto il sesso che trovano davvero il “trombamico” ideale!


  7. perplesso

    1 year ago

    Beato chi ce l’ha il tromb-amico/amica, io mi devo accontentare di andare a prostitute.


  8. Sevy

    10 months ago

    E serviva un artico intero per spiegare ciò che purtroppo è sotto gli occhi di tutti?

  9. [...] – passare dal “sesso selvaggio” al “fare l’amore” con lentezza. Più o meno intorno a metà del secondo volume. Nel frattempo, siate cordiali trombamici. [...]


Leave a Reply

© 2014 Giovanna Gallo.